Mountain bike a Bormio.

La mountain bike a Bormio

Bormio propone un'offerta molto vasta ed eterogenea di percorsi di mountain bike e bicicletta da corsa, nel Parco Nazionale dello Stelvio.

Accanto alle fantastiche proposte per la bici da strada, con le più belle salite al mondo - passo dello Stelvio, passo Gavia, Passo del Mortirolo - Bormio propone una varietà di tracciati per la mountain bike.

Percorsi per le famiglie

Tra la piana che accoglie Bormio e tutte le valli circostanti, si possono trovare molteplici percorsi cicloturistici adatti alle capacità tecniche e alla preparazione fisica delle famiglie.

Il giro dei laghi di Cancano è un percorso adatto a tutte le gambe: è un tracciato ad anello di circa 20 km attorno ai due laghi artificiali di Cancano e San Giacomo (che alimentano la sottostante centrale idroelettrica di Premadio). Con dei piccoli saliscendi e sempre a pochi metri dall'acqua è uno dei più famosi e conosciuti itinerari cicloturistici della zona.
Tra le due dighe esiste una strada che permette di dividere il percorso in due, riducendo il numero di chilometri da percorrere per il rientro.
Per raggiungere i laghi, si sale da Bormio verso le Torri di Fraele, antica postazione militare e ci si innoltra nella valle di Fraele, dove si trova subito l'altopiano di Cancano.

La Val Viola, che parte da Arnoga - sulla strada che da Bormio porta a Livigno - si sviluppa per circa 10 km, fino al confine con la Svizzera. La via più semplice per percorrerla in bicicletta è tramite la strada alta, asfaltata fino al parcheggio di Altumeira.
Per raggiungere il rifugio Viola - situato molto vicino al confine di stato - si percorre una strada asfaltata, chiusa al traffico, con pendenze non trascurabili, nella parte centrale del percorso. Nell'ultimo tratto, completamente pianeggiate, si scoprono i magici riflessi nel lago Viola delle splendide cime che racchiudono la valle.

La Docauville è una strada privata di proprietà di A2A, completamente pianeggiate, di circa 10 km e quota attorno ai 1800 m s.l.m. che sovrasta la Valdidentro - il comune tra Bormio e Livigno - e che collega la Val Viola a Cancano. E' utilizzata molto dai biker stranieri che arrivano dalla Svizzera ( da S. Maria in Val Monastero) e tramite la Val di Fraele (delle dighe di Cancano) la percorrono per andare verso Poschiavo o Grosio, tramite la Val Viola.

Esiste poi una ciclabile di fondo valle che collega molti paesi del comprensorio di Bormio, da Semogo a Cepina.

Percorsi per i più esperti

Bormio propone diversi percorsi dedicati solamente ai biker più esperti, con difficoltà tecniche notevoli.

Bormio 3000 rappresenta una bella sfida per i biker che amano i single trails tecnici. Molti pedalano anche in salita il pendio di 20 km circa che separa Bormio (1.225 m s.l.m) da Bormio 3000 (3.058 m s.l.m.).
Ma la cosa divertente è senza alcun dubbio la discesa e per questo si può approfittare della funivia che in alta stagione permette di salite fino alla cima.
Il primo tratto di discesa è molto tecnico, su un sentiero molto sassoso. Più in basso, si incontrano i "Bei laghetti" e il sentiero diventa un divertente single trail che porta fino ad un bivio. Le possibilità sono quelle di rientrare verso Bormio o dirigersi verso Santa Caterina Valfurva, sempre su strade sterrate immerse nei boschi.

Dal Passo dello Stelvio c'è la possibilità di scendere fino a Bormio tramite un divertente e molto panoramico tracciato che passa dalle Bocchette di Forcola. Partendo dalla 4° cantoniera dello Stelvio - a circa 4 km dal passo - si prende un single trail esposto che conduce fino alla bocchette di Forcola, dove sono ancora molto evidenti i resti militari del primo conflitto mondiale. Scendendo si può passare poi da Pedenolo, per affrontare una splendida discesa su una scorrevolissima strada militare prima e una serie di tornanti, molto esposti poi, che conducono fino a Cancano.

La Valle del Gallo è uno dei più magici e panoramici itinerari per la mountain bike a Bormio. Il sentiro inizia in fondo ai laghi di Cancano e ci si dirige verso il lago di Livigno, dove il panorama diventa spettacolare e il sentiro molto esposto. Tramite una serie di tornanti nel bosco si acquista quota fino ad arrivare al confine con la Svizzera. Il ritorno è tramite la Val Mora.

Sempre dalla valle di Cancano, si può effettuare un anello che permette di passare da Livigno. Quasi dal fondo della valle di Cancano, si prende la Val Pettini e si sale fino alla Malga Trela e da lì fino al Passo Trela. Si effettua poi una splendida discesa fino a Livigno. Il ritorno può essere effettuato dalla Val Alpisella, dove su un sentiero sempre ben tenuto si raggiunge il passo Alpisella e dopo una discesa su single trail si ritorna ai laghi di Cancano.

facebook  
          
Oliver Bar a Bormio

Cerca nel sito

Contatti

Contattaci...

Scrivici per organizzare le tue vacanze in MTB attorno a Bormio, Livigno e Santa Caterina Valfurva.

Richiedi info.

Tracciati suggeriti

Tecnica

Giro dei Laghi di Cancano Distanza: 20,9 km Dislivello: 763 m

Tecnica

Bormio 2000 e la Rocca Distanza: 11,2 km Dislivello: 496 m

Tecnica

Val Viola Distanza: 19,2 km Dislivello: 823 m